Profile picture
Zbarskij @Zbarskij
, 12 tweets, 2 min read Read on Twitter
Il 22 dicembre è l’anniversario del massacro più terribile di lavoratori che la storia ricordi. Una vicenda forse poco conosciuta, avvenuta in Cile all’inizio del secolo scorso. Se vi va di leggerla eccola qua.
Nel deserto di Atacama dal XIX secolo erano sorti alcuni dei siti di estrazione di rame e salnitro più importanti del Sud America. L’intera zona era contesa tra Cile, Bolivia e Perù, risolta con una guerra pluriennale che aveva visto prevalere il Governo di Santiago
Ma a decidere le sorti della Regione erano le grandi compagnie di estrazione britanniche che controllavano i giacimenti grazie a concessioni a dir poco vantaggiose. Sul controllo delle miniere si decidevano le più importanti partite politiche e le sorti di imperi economici.
Le imprese minerarie determinavano la stabilità governativa quanto le condizioni di vita e di impiego di tutti gli occupati del settore. E non esitavano a rimuovere governi ostili e scatenare terribili guerre civili, come quella che attraversò il Cile nel 1891.
A fronte di enormi carichi di lavoro e turni massacranti, i minatori ricevevano salari modesti e alloggi miserabili. La vita nella miniera era regolata dai rappresentanti delle compagnie che controllavano le attività, imponendo i prezzi degli affitti e delle merci negli spacci.
Quando ai primi del 900 il movimento operaio inizia a rafforzarsi in America Latina, i minatori cominciano a rivendicare diritti basilari. Il governo cileno rimane sordo dinanzi alle richieste e bolla come agitatori quanti si battono per il miglioramento delle proprie condizioni
Il categorico rifiuto di ogni minima concessione porta i minatori di San Lorenzo a incrociare le braccia tra il 10 e l’11 dicembre 1907. Nei giorni seguenti tantissimi altri lavoratori entrano in sciopero bloccando l’intero settore dell’estrazione mineraria nel Nord del Cile.
Tra le richieste il pagamento dei salari in sterline, il blocco dei licenziamenti in tronco e discriminatori, l’uso di bilance negli spacci per evitare truffe sulle merci ai danni dei lavoratori, l’istituzione di scuole per gli operai e i loro figli.
Dal 15 dicembre migliaia di lavoratori provenienti da tutte le Pampas confluiscono nella città di Iquique per fare pressione affinché le compagnie si decidessero a trattare con i rappresentanti sindacali. Piazze, porto e scuola della citadina sono occupate dagli scioperanti
Le imprese si rifiutano categoricamente di trattare e invocano l’intervento della forza pubblica. Nel pomeriggio del 21 dicembre 1907 il generale Silva Renard, mandato in città con il compito di controllare la situazione, riceve l’ordine di porre fine a sciopero e occupazioni
Viene proclamato lo stato di assedio. Ai lavoratori riuniti nella scuola è intimato di sciogliere l’assembramento. Al rifiuto netto il generale ordina alle truppe di aprire il fuoco. Con mitragliatori si colpiscono quelli in fuga, poi l’irruzione nella scuola e la mattanza.
Difficile dire con precisione quanti innocenti morirono in quella strage. Le stime più credibili parlano di alcune migliaia di vittime, rendendo quello di Santa Maria di Inique forse come il massacro più grave di lavoratori della storia
Missing some Tweet in this thread?
You can try to force a refresh.

Like this thread? Get email updates or save it to PDF!

Subscribe to Zbarskij
Profile picture

Get real-time email alerts when new unrolls are available from this author!

This content may be removed anytime!

Twitter may remove this content at anytime, convert it as a PDF, save and print for later use!

Try unrolling a thread yourself!

how to unroll video

1) Follow Thread Reader App on Twitter so you can easily mention us!

2) Go to a Twitter thread (series of Tweets by the same owner) and mention us with a keyword "unroll" @threadreaderapp unroll

You can practice here first or read more on our help page!

Did Thread Reader help you today?

Support us! We are indie developers!


This site is made by just three indie developers on a laptop doing marketing, support and development! Read more about the story.

Become a Premium Member and get exclusive features!

Premium member ($30.00/year)

Too expensive? Make a small donation by buying us coffee ($5) or help with server cost ($10)

Donate via Paypal Become our Patreon

Thank you for your support!