Profile picture
, 12 tweets, 2 min read Read on Twitter
C'è una cosa che mi irrita, ma spero di non essere fraintesa.

Sono stata contattata da giornali o programmi per parlare di accoglienza e migranti perché "deve essere difficile per te, vorremmo sapere che ne pensi".

Ok, però cosa c'entro io con "i migranti"?
Voglio dire, se l'argomento riguarda una determinata categoria di persone, è inutile chiamare me soltanto perché sono nera anch'io.
Io ho una storia diversa, una personalità diversa, sono nata e cresciuta in Italia. Che rappresentazione utile potrei essere per loro?
La cosa intelligente da fare, sarebbe contattare le strutture che si occupano di queste faccende e parlare con i diretti interessati.
Io non voglio fare la "finta vittima" per i vostri ascolti.
Posso parlare di molti altri argomenti, uno sarebbe ad esempio questo-
- Il fatto di essere chiamati e utilizzati solo per la melanina. Che poi noto che se in tv si parla di razzismo-antirazzismo, vengono invitate persone bianche, esponenti politici bianchi. Le voci di chi subisce o ha fatto esperienza, dove sono?
Spesso questo è un "antirazzismo" per cui ho sempre avuto una repulsione, perché non si distacca mai da una retorica, quella del fatto che ogni persona nera in Italia abbia la medesima storia, le medesime esperienze di altre persone nere. Trattasi di pregiudizio.
Anche perché non pensate che il razzismo sia solo quello che ti dice "ne*ro di merda" o ti aggredisce. Xenofobia e razzismo o pregiudizio striscianti sono anche in chi per strada mi prende come una prostituta, gente che dà per scontato che io sia straniera per forza-
- gente che ti fa i complimenti per il tuo italiano. Gente che ti tocca i capelli senza permesso (sì, c'è anche questo) manco fossi un cane, persone che dicono "mica siamo in Africa" con leggerezza per denunciare un comportamento(come se "in Africa" fossero tutti maleducati)
E' una questione di rappresentazione e di corrette distinzioni da fare perché è anche colpa di un intero sistema di pregiudizi se ci si stupisce di un nero che fa il corazziere o di una nera che fa l'avvocato qui in Italia.
La narrazione sui media - e sembra quasi che non ci siano alternative o narrazioni differenti - è persona nera = venuta dal mare.

Non trovate sia giusto un po' limitante e ignorante?
Il punto è che più vado avanti, più mi rendo conto che non solo devo avere a che fare con i beceri razzisti con cui non voglio nemmeno perdere tempo, ma devo far fatica pure a farmi comprendere dagli "antirazzisti", ed esserlo non rende automaticamente saggi, anzi.
Ci deve essere più dialogo, più informazione.
Concludendo: da destra a sinistra c’è una MONONARRAZIONE su immigrati e nuovi italiani. Dobbiamo sostituirla con una narrazione a più voci, ognuno con background diverso. Non tutti possono parlare per tutti. Da oggetto, dobbiamo diventare soggetto attivo in questo dibattito
Missing some Tweet in this thread?
You can try to force a refresh.

Like this thread? Get email updates or save it to PDF!

Subscribe to Oiza
Profile picture

Get real-time email alerts when new unrolls are available from this author!

This content may be removed anytime!

Twitter may remove this content at anytime, convert it as a PDF, save and print for later use!

Try unrolling a thread yourself!

how to unroll video

1) Follow Thread Reader App on Twitter so you can easily mention us!

2) Go to a Twitter thread (series of Tweets by the same owner) and mention us with a keyword "unroll" @threadreaderapp unroll

You can practice here first or read more on our help page!

Follow Us on Twitter!

Did Thread Reader help you today?

Support us! We are indie developers!


This site is made by just three indie developers on a laptop doing marketing, support and development! Read more about the story.

Become a Premium Member ($3.00/month or $30.00/year) and get exclusive features!

Become Premium

Too expensive? Make a small donation by buying us coffee ($5) or help with server cost ($10)

Donate via Paypal Become our Patreon

Thank you for your support!