La mia figlioccia va ad un liceo classico privato molto famoso nella capitale; la seguo in tutte le materie, soprattutto in quelle letterarie. Mi dice che il supplente di filosofia, giovine ventiseienne, piecciddì, assistente all'università e prima esperienza di insegnamento...
...ha preso la Covid e sta molto male: è bivaccinato e si metteva la mascherina anche quando stava chiuso in bagno. Morale: non vanno avanti in filosofia (stanno ancora a Fichte), perché non trovano nessuno, e mi offro di insegnare GRATIS finché il giovine filosofo non si rimetta
IO GRATIS. Non Fusaro, IO. Avrei parlato amabilmente degli influssi della filosofia indiana su Hegel, leggendo e commentando il testo del filosofo tedesco sulla Bhagavadgītā. Avrei parlato del testo assai discusso di Jacques D'Hondt su Hegel segreto: avrei divertito i ragazzi.
La figlioccia va in visibilio all'idea del padrino-precetto-neoprofessore: il direttore mi chiama e mi presento. Non è un laico: intelligenti pauca. Molto gentile, mi riempie di ringraziamenti e si dice onorato che il suo istituto abbia me come docente anche per poco tempo.
Non c'è storia: troppa grazia, San Martinetus! Verrei pagato per le mie lectiones magistrales. Che diamine: rispetto per il lavoro. Mi schermisco. "Non ci imbarazzi" "Va bene; farò della beneficienza" "Sant'uomo...!" "Cosa vuole, son fatto così: per il bene dei ragazzi" "Ovvio".
"Venga domani per disbrigare le modalità burocratiche; all'entrata c'è l'inserviente che controlla il greenpass" "Eh, adesso dovrò fare il tampone spesso" "Ma non c'è bisogno, se è vaccinato: lei lo è, vero?" "Preferisco non rispondere a questa domanda". Cala una coltre di gelo.
"Noi prendiamo solo docenti vaccinati" "Ma siete senza docente di filosofia: se fate preclusioni, sarà più difficile trovarne uno" "Non possiamo rischiare la salute dei ragazzi" "Anche se il docente si fa il tampone?""Non basta" "Peccato. Mi premeva la salute mentale dei ragazzi"
Lo saluto e me ne vado. Il giorno dopo, dalla mia figlioccia: "Allora? Vieni da noi a insegnare filosofia?" "No. Te la insegnerò io a casa, siamo più liberi" "Liberi di che?" "Liberi di mente: è a questo che serve studiare la filosofia, no?" Argomento: Schopenhauer e le Upaniṣad

• • •

Missing some Tweet in this thread? You can try to force a refresh
 

Keep Current with Martinetus

Martinetus Profile picture

Stay in touch and get notified when new unrolls are available from this author!

Read all threads

This Thread may be Removed Anytime!

PDF

Twitter may remove this content at anytime! Save it as PDF for later use!

Try unrolling a thread yourself!

how to unroll video
  1. Follow @ThreadReaderApp to mention us!

  2. From a Twitter thread mention us with a keyword "unroll"
@threadreaderapp unroll

Practice here first or read more on our help page!

More from @Martinetus

8 Sep
Stamattina ho fatto il tampone genico perché domani vado a un convegno dove presentano il mio ultimo libro. Ovviamente il risultato è negativo. Il proprietario della farmacia è simpatico e cerca disperatamente di farsi dare del tu dal sottoscritto, non riuscendoci, peraltro.
Da dietro una porta a vetri si è affacciato nella camera della tortura, pardon, tamponatura, e con un bel sorriso mi fa: "Tutto a posto, prof. ***?" "Sì" ho detto io. Non era vero: vicino a me c'era l'"Erinni". L'Erinni è una signora bardata come se dovesse entrare nel nocciolo
fuso della centrale nucleare di Cernobyl, con in mano un stick che brandisce a guisa di doru (lancia) omerico, pronta a infilzartelo nelle narici e compiere il suo massacro. È bionda e ha gli occhi di un azzurro vitreo. Dovrebbe essere una bella donna ma in realtà è spaventosa.
Read 8 tweets
27 Jul
Publio Clodio Trasea Peto nacque a Padova e fece un brillante cursus honorum. Uomo di grandi principi, non si abbassò mai alla violenza della dittatura, anche quando questa assumeva la persona del princeps.
Il princeps era Nerone. Costui aveva ucciso sua madre Agrippina: di fronte al corpo nudo della madre egli ebbe il coraggio di dire "οὐκ ᾔδειν ὅτι οὕτω καλὴν μητέρα εἶχον" (non sapevo di avere una madre così bella), secondo Cassio Dione; Tacito omette la frase così abietta.
Si dice che quando Nerone venne in Senato per annunciare il matricidio, l'unico ad alzarsi e ad uscire dal Senato fu Trasea. Nerone non dimenticò quel gesto di nobile disprezzo: un livore covò dentro il tetro animo del Princeps. Fu l'inizio della fine del senatore patavino.
Read 12 tweets
26 Jun
Quando agli inizi di aprile del 2009 ci trovammo nella città santa di Vārānasī ospite della Banares Hindu University, durante le passeggiate pomeridiane che eravamo soliti fare lungo gli assolati camminamenti sopra i margini del Gange,...
...oltrepassando ad uno ad uno i risplendenti ghāt, le scale che portano ripide al fiume sacro, non era raro imbattersi in sedicenti guru, il cui portamento ascetico che traspirava dalle smagrite figure dava l’impressione al turbato turista occidentale di una superiore conoscenza
Alla nostra occasionale richiesta di qualche ragguaglio approfondito su certe questioni dottrinali inerenti il tantrismo, uno di costoro ci rispose tout court di dedicarci alla lettura dei libri di John Woodroffe, dato che lì avremmo trovato tutto ciò che avessimo voluto sapere.
Read 9 tweets
2 May
Il 17 febbraio 1895 Sven Hedin era pronto per affrontare la parte peggiore del Taklamakan con il suo fido Islam Bai partendo da Kashgar; al villaggio di Merket egli aveva preso otto forti cammelli e assunto tre uomini che prima erano stati dei cercatori d’oro nel deserto.
Uno di questi si professava un’esperta guida che l’avrebbe condotti nel modo più agevole attraverso quelle lande desolate via Tusluk arrivando fino alle colline del Mazar Tagh vicino al fiume Khotan Darya: costui si chiamava Kasim, che venne soprannominato Yollchi, la “guida”.
Il 10 aprile la carovana partì tra i pianti degli astanti della popolazione locale i quali credevano che Sven e i suoi quattro compagni d’avventura non sarebbero ritornati vivi; negli iniziali quattro giorni di viaggio essi attraversarono un primo territorio completamente arido.
Read 11 tweets
14 Feb
Eppure ricordo un'Italia diversa. Quando avevo vent'anni andai in Versilia in estate. Rimanevo sulla riva del mare fino a tarda notte: parlavo con chiunque incontrassi e talora mi addormentavo sulla battigia. L'orizzonte era splendido e respiravo un senso di libertà e di infinito
Le persone erano gentili: ad una ragazza toscana raccontai per tutta la notte della nascita dell'universo secondo la mitologia greca. Mi guardava come fossi Brad Pitt e io guardavo lei come fosse Afrodite. Avevo la voce ferma, ma il cuore che correva veloce. Sempre così io sono
Tutto aveva un'aurea semplice, di una ricchezza compita, non volgare, non ostentata. I bambini giocavano in mare con il leggero pallone di plastica: non davano fastidio le loro acute grida. Vi era un fulgore nell'aria che rasserenava. Si era felici: e lo sapevamo.
Read 8 tweets
13 Oct 20
Agostino era tormentato. Non era soddisfatto della sua opera: era da vent'anni che ci lavorava, ma ad ogni progresso s'affaciavano difficoltà. L'opera era il De Trinitate, un trattato sulla Trinità divina: quindici libri per definire la natura del Dio cristiano. Come esprimerlo?
Unus et trinus aveva detto Tertulliano, quell'eretico montanista: ma in fondo era un buon diavolo - e molto dotto. Ma molti problemi l'apologeta cartaginese l'aveva lasciati insoluti: tre ipostasi e una sola usìa, va bene, ma qual era la relazione tra loro? Poco si sapeva di ciò.
I cristiani, in definitiva, conoscevano solo una persona, la seconda: Egli parlava di Suo Padre, ma non era sceso nei dettagli. Aveva detto che Lui amava Suo Padre e questi amava Lui. L'unio amoris: un respiro di amore legava i due, un Spirito d'Amore li legava. Lo Spirito era lì
Read 21 tweets

Did Thread Reader help you today?

Support us! We are indie developers!


This site is made by just two indie developers on a laptop doing marketing, support and development! Read more about the story.

Become a Premium Member ($3/month or $30/year) and get exclusive features!

Become Premium

Too expensive? Make a small donation by buying us coffee ($5) or help with server cost ($10)

Donate via Paypal

Thank you for your support!

Follow Us on Twitter!

:(