Discover and read the best of Twitter Threads about #musica

Most recents (24)

#UnaCanzoneAlGiorno
#23novembre
1️⃣Nel romanzo Vita d'artista di Carlo Cassola il protagonista è uno scultore, dietro al quale molti hanno visto Guttuso e altri artisti del periodo (siamo nella seconda metà dei ’70). Anche l’artista di oggi è una scultrice.
⬇️
2️⃣Oltre ad essere una cantante, ovviamente. E dunque il senso del suo essere artista, le emozioni che prova e che cerca di mettere nella sua arte non li rappresenta con una scultura, ma con una canzone. Si presta meglio e raggiunge più persone.
⬇️

(Ph @Elijah_sad )
3️⃣Una passeggiata notturna, solitaria, piena di sensazioni e spunto per riflettere sul fuoco che brucia dentro. Esprimersi prima come necessità personale che come ricerca dell’approvazione degli altri. Un equilibrio sempre precario tra euforia e profonda malinconia.
⬇️
Read 5 tweets
#UnaCanzoneAlGiorno
#22novembre
1️⃣Vi ricordate il finale di Mars Attacks di Tim Burton? Dopo l’invasione aliena, la pochezza della classe dirigente che avrebbe dovuto contrastarla, la gente comune che trova il modo di salvare l’umanità, tutto torna idilliaco. Lo so, è un film.⬇️
2️⃣
Ma un film divertente, necessario di questi tempi. Quindi usiamo la canzone benaugurante che chiude il film, perchè mette allegria, come la faccia del cantante che la canta dal 1965, sempre con lo stesso effetto.
⬇️
3️⃣
E’ il secondo singolo del gallese Tom Jones, che la intercetta mentre era destinata ad essere cantata da Sandy Show e la incide con il suo vocione. Conquista prima l’Inghilterra poi gli Stati Uniti, e da allora non passerà più di moda.
⬇️
Read 5 tweets
#UnaCanzoneAlGiorno
#21novembre
1️⃣La canzone scelta oggi spiega in parte lo scarso successo di questa rubrica e il mio essere geneticamente e fottutamente (nel senso che me ne fotto) di nicchia. Perchè l’album nel quale è contenuta questa canzone io l’ho amato perdutamente.
⬇️ Image
2️⃣
Al punto che per scegliere una sola canzone da questo disco ci ho messo ore. E ho fatto la scelta più popolare.
Questo disco esce nel #1993, subito dopo il festival di #Sanremo, il primo che ho seguito da inviato.
⬇️ Image
3️⃣Lei era tra le nuove proposte. Ci arrivò dopo anni di gavetta, di palchi, di dischi da corista. E non dischi qualunque. Quelli di Dalla, degli Stadio, di De Gregori. Infatti quella canzone l’aveva già cantata a Radio Rai, nel mezzo di un concerto di Dalla.
⬇️ Image
Read 6 tweets
#UnaCanzoneAlGiorno
#20novembre
1️⃣Contrariamente a quanto si possa pensare, l’adagio ”Roma non è stata costruita in un giorno” non ha origini italiane, e men che meno antiche quanto l’impero romano. Appare nella raccolta di poesie Proverbe au Vilain, in Francia nel 1190.
⬇️ Image
2️⃣E’ una pubblicazione simile al calendario di frate indovino, con poesie francesi medievali seguite da un proverbio o da un detto popolare e dalla frase "O così dice il contadino". In lingua inglese apparve in una pubblicazione del 1500, che trasse in inganno anche la regina.⬇️ Image
3️⃣Elisabetta (Prima, non l’attuale, anche se potrebbe sembrare) citò la frase tradotta in latino in un discorso a Cambridge nel 1563, pensando ad una origine risalente all’antica Roma. La band di oggi la canta in inglese, e senza fronzoli la utilizza nel modo giusto.
⬇️ Image
Read 6 tweets
0️⃣Qualcuno mi ha detto che questa rubrica (#UnaCanzoneAlGiorno) è troppo di nicchia. Non mi pare, ma per tutta risposta oggi entriamo con tutti e 280 caratteri per volta in una nicchia vera. E vediamo di allargarla.⬇️ Image
⬆️
#UnaCanzoneAlGiorno
#19novembre
1️⃣Mario Caserini è uno dei primi registi del cinema italiano. E’ ancora il cinema muto, e a lui si deve uno dei capolavori del periodo. E’ del 1913, ed è anche il primo film di un’attrice destinata a diventare una diva, Lyda Borelli. Image
2️⃣Si intitola Ma l'amor mio non muore ed è la melodrammatica storia di Elsa Holbein, figlia di un alto militare e cantante di successo che non potrà coronare il suo amore con un principe per via di un passato di torbidi intrighi marziali.
⬇️ Image
Read 7 tweets
#UnaCanzoneAlGiorno
#18novembre
1️⃣Hadj Brahim è lontano dalla sua Algeria, a Parigi. Fa il musicista e nel suo paese è abbastanza noto. E’ il portabandiera del raï, genere di musica araba molto contaminato con i suoni spagnoli e francesi, con testi molto libertini. E’ in fuga.⬇️
2️⃣Per anni ha suonato la sua musica nei luoghi turistici della costa, ma di passaggi in radio neanche a parlarne. Troppo audaci i suoi testi, specie su temi come la liberazione delle donne dalle limitazioni delle leggi islamiche. Ma i problemi sono arrivati dopo.
⬇️
3️⃣A metà degli anni ottanta il governo algerino decide di valorizzare il festival della musica raï che si teneva in forma semiclandestina a Orano, la città natale di Hadj Brahim, che di cognome fa Khaled e in arte aggiunge Cheb, il giovane. Il festival ha una vasta eco.
⬇️
Read 7 tweets
#UnaCanzoneAlGiorno
#17novembre
1️⃣”Dio umilia grandemente l'anima per innalzarla poi molto”. E’ la sintesi del pensiero di Juan de Yepes Álvarez, presbitero, teologo e poeta spagnolo del 1500, meglio noto come Giovanni della Croce, cofondatore dell’Ordine dei Carmelitani Scalzi⬇️
2️⃣A metà anni ’80 le sue opere, in particolare le poesie, ispirano un’artista che dopo una lunga gavetta ha inanellato una serie di successi e tormentoni estivi.
Insieme a due amiche scrive una canzone dalla spiccata spiritualità, come le poesie di Juan, e ne fa un provino. ⬇️
3️⃣
Nel 1989 lo propone alla giuria del festival di Sanremo. Bocciata!
Se ne fa una ragione e continua la sua carriera lontano da quel palco.
Nel 1997 ripropone lo stesso provino. Bocciato ancora, con una postilla: secondo la giuria la cantante in questione è “stonata”.
⬇️
Read 7 tweets
#UnaCanzoneAlGiorno
#16novembre
1️⃣Due anime che più diverse non potrebbero essere si incontrano in una tavola calda di Chinatown, New York. Lei è bella e non lo sa, lui è affascinate e se ne approfitta. Lentamente cominciano una relazione fatta di sesso, complicità e mistero. ⬇️ Image
2️⃣E di dipendenza. No, la droga stavolta non c’entra. Lei diventa dipendente dalle sue attenzioni, dal suo magnetismo, dall’energia che lui porta nella sua vita regolare. Lui forse se ne innamora, ma non lo ammetterà mai e la lascerà andare.
⬇️ Image
3️⃣La storia di Elizabeth e John ha segnato la pubertà di molti di noi, lasciandoci soprattutto un’iconografia e due modelli estetici, uno maschile e uno femminile, dai quali abbiamo faticato ad uscire. Ma soprattuto ci ha lasciato una colonna sonora strepitosa.
⬇️ Image
Read 6 tweets
#UnaCanzoneAlGiorno
#15novembre
1️⃣Procida, ottobre 94. Quattro ragazzi si ritirano sull’isola per scrivere e registrare il secondo disco. Vogliono fare un disco internazionale, che getti le basi per un suono nuovo senza dimenticare la storia dalla quale provengono. Le radici.
⬇️ Image
2️⃣
A parte questa vaga idea, hanno solo una canzone quasi completa e una abbozzata. Partono da qui. Quella abbozzata diventerà anche il titolo dell’album, l’altra il singolo di maggiore successo. Scrivono e suonano, aiutandosi con l’elettronica.
⬇️ Image
3️⃣Sarà perfezionato negli studi londinesi dove si cucina il trip hop. Il risultato ha effettivamente il suono del futuro, con ben in vista le radici mediterranee. I suoni della centenaria tradizione napoletana ci sono tutti, compreso questo stile particolare del cantante.
⬇️ Image
Read 6 tweets
#UnaCanzoneAlGiorno
#14novembre

1️⃣Questa è l’incredibile storia di un grande successo. Ma che arriva nei tempi e nei modi sbagliati. Quando si sarà consumato, la band non ci sarà più e non avrà in tasca nemmeno un euro. Anzi, visti epoca e luogo, neanche un penny.⬇️
2️⃣Quando arriva nei negozi Urban Hymns, nel 1997, i Verve si sono già sciolti e ricomposti diverse volte. Dissidi tra i componenti, la straboccante personalità di Ashcroft, il successo vero che non arriva nonostante la decennale carriera. E’ l’ultimo album. O la va o la spacca.⬇️
3️⃣E in qualche modo, la va e la spacca, insieme. Perchè il disco raggiunge la vetta della classifica inglese ed entra nelle chart di altri venti paesi, Usa compresi, risultando alla fine di quell’anno l’ottavo album più venduto. E il singolo, come si direbbe oggi, spacca.
⬇️
Read 7 tweets
#UnaCanzoneAlGiorno
#13novembre
1️⃣“Non si può discendere due volte nel medesimo fiume e non si può toccare due volte una sostanza mortale nel medesimo stato, ma a causa dell'impetuosità e della velocità del mutamento essa si disperde e si raccoglie, viene e va”.
⬇️
2️⃣
Lo scriveva Eraclito circa 500 anni prima di Cristo. In questo celebre passaggio, però, mancano le due parole che riassumeranno il concetto e saranno l’estrema sintesi del suo pensiero: Pánta rheî, tutto scorre. Capita di passare alla storia per parole mai dette.
⬇️
3️⃣
Per tacere delle accezioni più infedeli con le quali la frase è stata utilizzata. Come nella canzone di oggi, che fa capolino tra le nuove proposte del festival di Sanremo del 2005. Tutto scorre, anche l’elefantiaco show televisivo, e loro perdono la corrente e la finale.
⬇️
Read 6 tweets
#UnaCanzoneAlGiorno
#12novembre
1️⃣Linda vive in una stanza umida, ma per ora va bene così. Ha 21 anni, qualche problema di salute e pure qualche dipendenza. E’ appena arrivata a San Francisco da Springfield, sogna di fare la cantante. Quando hai un sogno non importa dove dormi⬇️
2️⃣
Comincia a fare provini, e nel frattempo suona la sua musica in strada. Impossibile non accorgersi di lei, non solo per quei cappelli strani. Per tutti diventa presto the chick with the big voice. Un giorno la avvicinano tre ragazze. Hanno un gruppo, cercano una cantante.
⬇️
3️⃣
Le danno appuntamento per il giorno dopo, per le prime prove, alle 6. Non si vedranno, almeno quel giorno, perchè un’ora prima dell’appuntamento la terra trema. Magnitudo 6,9, il Loma Prieta: 63 morti, oltre 3.000 feriti e circa 10.000 sfollati. E’ il 17 ottobre 1989.
Read 6 tweets
#UnaCanzoneAlGiorno
#11novembre
1️⃣Anche voi avete un posto preferito in ogni città? Che non si la vostra intendo. Io si. Ad esempio, non riparto mai da #Napoli senza fare due passi a Castel dell’Ovo. Perchè lì c’era la libreria del film di #Troisi. Ma non solo.
⬇️
2️⃣Poche città come Napoli sono state raccontate angolo per angolo dai suoi artisti. Ma c’è da dire che poche città possono vantare la tradizione musicale che ha Napoli. Il tratto è però comune a tutte le generazioni di musicisti napoletani. C’è sempre l’accenno a un luogo.
⬇️
3️⃣La canzone di oggi ne cita svariati, e potrebbe essere la colonna sonora di uno spot dell’assessorato al turismo. Anzi, basterebbe il video della canzone, che insegue l’amore di questi ragazzini in luoghi di una bellezza struggente, anche quando sono fuori dai giri turistici⬇️
Read 6 tweets
#UnaCanzoneAlGiorno
#10novembre
1️⃣Vi piacciono le sculture? Nella storia di oggi ce ne sono addirittura 2. Entrambe a Seattle.
Una è di Douglas Hollis e si trova sul Washington Lake. E’ formata da antenne radiofoniche metalliche che con il passaggio del vento emettono suoni.
⬇️ Image
2️⃣Si chiama Soundgarden, e sí: è lì che Chris Cornell prende il nome della band.
L’altra è al Volunteer Park ed è stata realizzata nel 1969 dall’artista nippo americano Isamu Noguchi. E’ un’enorme ruota nera attraverso la quale si può ammirare il panorama sottostante.
⬇️ Image
3️⃣Sí, la scultura si chiama Black Hole Sun.
Tutto chiaro? Tranne il testo della canzone, forse. Cornell dice di averlo scritto in 15 minuti senza dargli un particolare senso, se non l’assonanza e la musicalità delle parole su una melodia che aveva già in mente.
⬇️ Image
Read 5 tweets
#UnaCanzoneAlGiorno
#9novembre
1️⃣Pare che il mese di novembre assicurerà un discreto spettacolo astronomico. Sono previsti 4 sciami di stelle cadenti, il più importante dei quali, quello delle Tauridi originato dalla disintegrazione della cometa Encke, sarà al culmine oggi.
⬇️
2️⃣Inoltre Giove e Saturno saranno sempre più vicini, e quasi si toccheranno tra due settimane, mentre all’alba si potranno scorgere nitidamente Venere e Mercurio, vicini alla Luna. Infine la Stazione Spaziale Internazionale festeggerà 20 anni e i suoi transiti saranno visibili.⬇️
3️⃣Se deciderete di ammirare simili spettacoli astrali, eccomi pronto a fornirvi una colonna sonora adeguata. E’ una stella un po’ nascosta nel cielo della musica italiana, ma è luminosissima. E l’ispirazione al suo autore deve essere arrivata proprio osservando le stelle.
⬇️
Read 6 tweets
#UnaCanzoneAlGiorno
#8novembre
1️⃣Sapevate che il protagonista di C’era una volta il west doveva essere Clint Eastwood, che però rifiutò, e Sergio Leone scelse Charles Bronson, che anni prima aveva rifiutato ruoli nei tre film del “dollaro”?
⬇️
2️⃣
E che il ruolo di Jill fu assegnato a Claudia Cardinale dopo aver “scartato” Sophia Loren? Quanto sarebbe stato diverso questo film entrato prima nella storia e poi nella mitologia. Cosa c’entra questo affresco della fine del vecchio west con la canzone di oggi? Molto.
⬇️
3️⃣
Innanzitutto il titolo. Poi quella sensazione di mondo ingiusto che ha bisogno degli eroi per essere rimesso nei binari dell’equità. Ma, come dice la canzone, anche l'eroe si becca una pallottola in petto. E tutto è più incerto e problematico, nella terra dell’abbondanza.
Read 6 tweets
#UnaCanzoneAlGiorno
#7novembre
1️⃣Nel 1851 Herman Melville riuscì a pubblicare il suo primo romanzo. Lo aveva scritto ispirandosi a due fatti veri: il naufragio di una baleniera, affondata da un enorme capodoglio e l’uccisione di una balena albina con decine di ramponi nel corpo⬇️
2️⃣Il libro uscì in due diverse versioni, una per il mercato inglese e una per quello americano. In tutto vendette poco più di 3mila copie e nessuno vorrà più pubblicare un libro di Melville.
Moby Dick diventerà un successo editoriale e un classico della letteratura americana .⬇️
3️⃣Ma questo accadrà quasi 40 anni dopo la morte di Melville. Da allora però la balena bianca è un archetipo contemporaneo, ed è utilizzato per varie simbologie. Nella canzone di oggi rappresenta la libertà e la possibilità di riuscire in imprese apparentemente impossibili.
⬇️
Read 6 tweets
#UnaCanzoneAlGiorno
#6novembre
1️⃣Dicevano che fosse una principessa africana, Helen Folasade Adu, ma non era vero. Così come nessuno si ricorda che lei era solo la cantante di un gruppo con quel nome. Che poi quello fosse anche il suo nome d’arte, aggiunge solo confusione.
⬇️
2️⃣
Di certo quando apparve, così elegante e affascinante, con questa voce suadente, molti di noi persero la testa. Personalmente ho vissuto buona parte degli anni ’80 con una cotta pesante per Sade Adu. Potete darmi torto?
La loro musica dava un senso di serenità.
⬇️
3️⃣
E serena e rilassata è stata anche la loro carriera, seppur costellata di successi. Lo chiamavano smooth jazz, ma dentro c’era l’eco di suoni esotici. Su tutto si stagliava questa voce profonda e lieve, liscia come i suoi capelli.
⬇️
Read 6 tweets
#UnaCanzoneAlGiorno
#5novembre
1️⃣Nel 1993 gli anni ’80 erano finiti? A giudicare dalla canzone di oggi, ancora no. C’è questo gruppo, che poi è un duo, che poi diciamocelo… faceva già tutto Pezzali. Comunque, al tempo erano due. Anzi, erano 3, perchè c’entra pure @Fiorello.
⬇️
2️⃣Gli 883 sono reduci dall’enorme successo di Hanno ucciso l’uomo ragno, registrano il secondo album, e vanno in America a girare il video della title track, Nord sud ovest est. Già che ci sono girano pure altre immagini per altri video. Si vedrà.
⬇️
3️⃣
Per esempio, c’è questa canzone che Pezzali ha scritto per Massimo Ranieri, ma lui non l’ha voluta. Potrebbe funzionare, chissà.
Intanto la mettono nell’album.
Poi montano un video con spezzoni girati in America e diventa il terzo singolo.
⬇️
Read 6 tweets
#UnaCanzoneAlGiorno
#4novembre

1️⃣Sam Peckinpah nel 1973 vuole tornare a dirigere un western, dopo il grande successo di Mucchio selvaggio e qualche flop. Anni dopo tutta la sua opera sarà rivalutata, ma in quel periodo ha difficoltà a trovare produttori.
⬇️
2️⃣E quando li trova stenta a non rompere i rapporti. Come accade con questo film, Pat Garrett e Billy the Kid, che l’irascibile regista non controllerà mai completamente.
Per il ruolo da protagonista, insieme a James Coburn, sceglie il cantante country Kris Kristofferson.
⬇️
3️⃣Kris chiama il suo amico Bob Dylan per chiedergli una canzone per il film. Dylan firmerà l’intera colonna sonora e interpreterà persino un piccolo ruolo, quello di Alias.
Il set sarà un disastro, Peckinpah abbandonerà il film in fase di montaggio e sarà un flop clamoroso.
⬇️
Read 6 tweets
#UnaCanzoneAlGiorno
#3novembre

1️⃣Non ci sono facce allegre per le strade di Malincònia. Se è per questo non ce ne sono neanche tante, di facce per le strade. Perchè da qui se ne vanno tutti, in cerca di un vita migliore. E forse hanno le loro buone ragioni. ⬇️
Ph @victorpfreitas
2️⃣Nonostante questo sia il “bel paese là dove ‘l sì suona”, come diceva il Poeta nel XXXIII canto dell’Inferno, sono troppe le cose che non vanno e ci troviamo tutti in mutande, e non come quelle di Borat. Si rischia di fare la fine di John Bonham, batterista dei Led Zeppelin.⬇️
3️⃣
Michele per il suo quinto album ci regala questo ritratto senza speranza di un Paese vittima dei suoi vizi. Ma lo fa con il sarcasmo corrosivo che ormai è diventato la sua cifra caratteristica. L’idea gli viene parlando con i ragazzi italiani che incontra a Londra.⬇️
Read 6 tweets
#UnaCanzoneAlGiorno
#2novembre
1️⃣Il pianeta sta morendo, e dovremmo fare qualcosa per salvarlo, perchè abbiamo solo questo. La prima cosa sarebbe prendere coscienza che sta morendo per colpa dell’avidità dell’uomo.
Anche la musica sembra finalmente accorgersene.
⬇️
2️⃣
Ho sentito giorni fa questa canzone. Parla proprio di questo.
Di ghiacci che si staccano dagli iceberg e si vanno a sciogliere vicino alle coste africane.
Parla di fuoco che distrugge tutto, di un caldo insopportabile. Parla di piogge acide, che distruggono gli alberi.
⬇️
3️⃣
Ho visto in giro che ci sono polemiche perchè per definire l’avidità dell’uomo usano spesso questa parola, shit, che pare non sia proprio elegantissima.
Qualcuno dice che non è bello usare la parola merda dentro una canzone, che c’è modo e modo di dire le cose.
⬇️
Read 7 tweets
#UnaCanzoneAlGiorno
#1novembre

1️⃣C’è una filastrocca che può andare avanti all’infinito e un video molto antico dove le parole della canzone sono scritte a mano su cartelli, qualcuno pure da Allen Ginsberg di suo pugno. E poi c’è l’ostinatezza di chi si sente nel giusto.
⬇️ Image
2️⃣
Tutto in una canzone? Si. Siamo negli anni ’90 e un giovane ed eclettico cantautore partecipa al festival di Sanremo. E fin qui…
Ha avuto un buon successo radiofonico, porta suoni nuovi, e soprattuto porta testi mai banali. E per la prima grande uscita decide di esagerare.
⬇️ Image
3️⃣La canzone si apre con un re che chiede una favola alla sua serva, e lei gliela racconta. Poi le parole di questa canzone scorrono su cartelli scritti a mano che vengono lasciati cadere appena pronunciate. Effetto scenico grandioso. Una citazione, chissà quanti l’hanno colta⬇️ Image
Read 6 tweets
#UnaCanzoneAlGiorno
#31ottobre
1️⃣Più che una canzone, quella di oggi è un intrigo internazionale.
Nel 1986 debutta a Londra un musical intitolato Chess, che usa la metafora degli scacchi per raccontare la Guerra Fredda. E’ una produzione europea, a Broadway arriverà nell’88.⬇️
2️⃣
I protagonisti della storia sono due campioni di scacchi, uno statunitense e uno sovietico, che girano il mondo sfidandosi nei tornei e contendendosi la stessa donna. I riferimenti a Bobby Fischer e Anatoly Karpov paiono evidenti.
⬇️
3️⃣
Nel 1984, per finanziare la produzione dello spettacolo uscì il disco con le musiche. Dentro c’era una canzone interpretata dall’attore Murray Head e dal cantante svedese Anders Glenmark che trainò l’album ad un buon successo ma aprì un caso diplomatico con la Thailandia.
⬇️
Read 6 tweets

Related hashtags

Did Thread Reader help you today?

Support us! We are indie developers!


This site is made by just two indie developers on a laptop doing marketing, support and development! Read more about the story.

Become a Premium Member ($3.00/month or $30.00/year) and get exclusive features!

Become Premium

Too expensive? Make a small donation by buying us coffee ($5) or help with server cost ($10)

Donate via Paypal Become our Patreon

Thank you for your support!