Un lunghissimo thread domenicale, comprensibile anche ai digiuni di queste cose, su uno dei miei argomenti preferiti: il Mes. Parlerò di argomenti economici, ma soprattutto politici perché credo che soprattutto questi ultimi siano importanti nel dibattito italiano
Partiamo dalle basi: il Mes è un fondo europeo che serve ad aiutare stati che hanno difficoltà ad accedere ai mercati finanziari (in altre parole, stati che non riescono a piazzare i loro titoli di stato agli investitori)
La sua nascita è il frutto di anni di duri negoziati tra governi del Nord Europa che non vogliono concedere aiuti ai paesi in difficoltà senza dure condizioni (pensano che se un paese è in difficoltà lo è perché è uno sprecono) e paesi periferici li vogliono con meno condizioni
Il risultato, come sempre in Europa, è un compromesso: per aver gli aiuti del Mes bisogna accettare un programma di riforme negoziato per l'occasione che in genere impone riforme impopolari, come taglio della spesa pubblica e aumento delle imposte
Fino ad oggi cinque paesi hanno chiesto l'aiuto del Mes: Spagna, Irlanda, Portogallo, Grecia e Cipro. Le condizioni imposte sono state piuttosto duro e il Mes ha acquistato una cattiva fama al punto che oggi diversi governi lo considerano politicamente intoccabile
Nelle caotiche prime settimane dopo lo scoppio della pandemia, i governi dei paesi periferici (Italia in testa) con l'appoggio di quelli di diversi paesi del Nord hanno ottenuto la possibilità che il Mes concedesse un nuovo e diverso tipo di aiuto ai paesi in difficoltà
Una linea di credito concessa esclusivamente per spese sanitarie pari al 2% del Pil che è possibile ricevere senza sottoporsi al temuto "Memorandum of understading" (le famose "condizionalità" particolarmente impopolari)
All'epoca, siamo alle prime settimane dopo la pandemia, questa linea di credito venne considerata un successo per i paesi periferici: l'entità della crisi non era ancora chiara e non erano previsti altri interventi straordinari da parte di istituzioni europee e Bce
Le cose sono cambiate in fretta. La crisi si è rivelata la peggiore del secolo, la Bce ha lanciato il gigantesco programma Pepp e la Commissione il Recovery Fund. Entrambi sono programmi di ordini di grandezza superiori alla linea sanitaria del Mes
A quel punto, tutti i governi dei paesi europei periferici hanno annunciato che per il momento non intendevano ricorrere al Mes. Quando un ministro cipriota ha ipotizzato di farne richiesta, il resto del governo si è affrettato a smentire con decisione
Le ragioni sono abbastanza evidenti: perché rischiare di ricorrere a uno strumento politicamente compromesso e con una pessima fama come il Mes quando ci sono altri strumenti utilizzabili? Il piano sanitario del Mes è quindi lentamente scivolato nel dimenticatoio
Ma non in Italia, dove invece è al centro di un dibattito che dura ormai da mesi
Ci sono parecchie ragioni per questo. La prima è che in Italia abbiamo i partiti euroscettici più forti d'Europa, quelli che hanno la maggiore convenienza a politicizzare questa questione. Il risultato è che abbiamo l'opposizione più forte all'utilizzo di questo strumento
(vale la pena aggiungere che gli argomenti utilizzati dalle opposizioni contro il Mes sono spesso pieni di incomprensioni e falsità più o meno consapevoli)
Ma c'è dell'altro: siamo anche il paese in cui c'è la maggiore pressione *per utilizzare* il Mes. Ci sono un paio di ragioni per spiegare come mai ci sia tutto questo interesse per questo strumento che non sembra volere al momento nessun altro in Europa
La prima: nella classe dirigente italiana esiste da tempo una forte corrente che ritiene la politica sistematicamente incapace di spendere correttamente i soldi. La linea sanitaria del Mes è quindi vista con un "vincolo esterno", una camicia di forza che costringe a spendere bene
Questo non solo perché il Mes può essere speso solo per programmi specifici, ma anche perché ricorrervi porterà anche ad altri vincoli indiretti. Quando si tratterà su altri tavoli per nuove risorse europee, i partner del Nord potranno dire "non chiedete altro, avete già il Mes"
La seconda: la grantica opposizione del M5S al Mes (vedi tweet sopra) rende il partito vulnerabile. Sostenere il Mes è quindi un modo per indebolire il governo e forzare un cambio di maggioranza (fuori un pezzo di M5S contrario al Mes, dentro un pezzo di Forza Italia, ad esempio)
Il presidente dell'Emilia Romagna Stefano Bonaccini, indicato da mesi come uno di coloro che "lavorano ai fianchi" l'attuale governo, lo ha detto più o meno apertamente in questi giorni adnkronos.com/fatti/politica…
Rimane la questione economica: questo Mes conviene o meno? Separare politica/economia è impossibile, ma giusto per fare un esercizio si può dire che sulla carta il Mes conviene, ma ha molte incognite. Il vantaggio principale è che consente di risparmiare sui tassi di interesse
Il Mes raccoglie soldi a interessi bassisimi e ce li presta praticamente a tasso di costo. Il risparmio deriva dalla differenza tra il tasso con cui raccoglie i soldi l'Italia e quello a cui li raccoglie il Mes
Gli interessi sui titoli italiani sono bassissimi in questo periodo e il risparmio è quindi piuttosto ridotto (nell'ordine di alcune centinaia di milioni l'anno su una spesa per interessi di 70 miliardi l'anno). Poco è meglio di niente? In teoria sì, ma...
...il problema è che se un paese dovesse chiedere l'aiuto del Mes da solo, potrebbe (è una possibilità, un rischio, non una certezza) lanciare il segnale sbagliato ai mercati, e cioè rischia di comunicare "siamo i più inguaiati di tutti"
I grandi investitori non vanno tanto per il sottile in queste circostanze e potrebbero chiedere un "premio al rischio" per continuare ad acquistare il resto del debito pubblico italiano. Basta un rialzo bassissimo degli interessi per "mangiarsi" i risparmi del Mes

• • •

Missing some Tweet in this thread? You can try to force a refresh
 

Keep Current with Davide Maria De Luca

Davide Maria De Luca Profile picture

Stay in touch and get notified when new unrolls are available from this author!

Read all threads

This Thread may be Removed Anytime!

PDF

Twitter may remove this content at anytime! Save it as PDF for later use!

Try unrolling a thread yourself!

how to unroll video
  1. Follow @ThreadReaderApp to mention us!

  2. From a Twitter thread mention us with a keyword "unroll"
@threadreaderapp unroll

Practice here first or read more on our help page!

More from @DM_Deluca

10 Jul
Questa settimana non è stata la prima volta in cui Matteo Salvini ha presentato la Lega come il naturale erede del Partito Comunista e lui stesso come successore ideale di Enrico Berlinguer: si tratta di una strategia che porta avanti con costanza da anni e che ha dato risultati
Il tema utilizzato da Salvini è sempre quello: una volta operai e lavoratori votavano il PCI di Berlinguer, ma la sinistra li ha traditi e ora che tutela solo grandi imprese e banche, i lavoratori hanno iniziato a votare Lega
Uno dei primi riferimenti risale al maggio del 2015: Renzi è «economicamente sia molto mal consigliato» dal «mondo della finanza, delle banche. In Toscana ho incontrato persone che votavano Berlinguer e ora dicono che questa non e' la loro sinistra»
Read 6 tweets
8 Jun
L'attacco contro la statua di Churchill a Londra è una buona occasione per ricordare quanto la sua figura sia controversa per gli storici e lontana dall'immaginetta patinata e monodimensionale diffusa in un certo ambiente
Come hanno scritto i "vandali" sulla sua statua, Churchill era senza dubbio un "razzista", sia per i nostri standard che per quelli più avanzati della sua epoca. Per lui, come per la gran parte dei suoi coetanei, era normale guardare il mondo attraverso il filtro delle "razze"
Arabi, indiani ed ebrei erano, dal suo punto di vista, gruppi sociali organici e coerenti, caratterizzate da tratti comuni che li rendevano, in genere, inferiori alla "razza" anglosassone e quindi meritevoli di essere controllati e amministrati dai governi coloniali europei
Read 14 tweets
27 May
CHE STA SUCCEDENDO IN LOMBARDIA?
(un thread)

Ieri il consiglio regionale ha nominato una commissione per indagare su come la regione ha gestito l'emergenza coronavirus: una gestione, come abbiamo raccontato su @ilpost ampiamente contestata ilpost.it/2020/05/04/pan…
Il presidente di una commissione d'indagine deve provenire dall'opposizione e il nome che era circolato di più era quello del consigliere PD @JacopoScandella, bergamasco e con una conoscenza di prima mano dell'area più colpita dall'epidemia
Ieri però, a sorpresa, la maggioranza ha votato compatta per Patrizia Baffi, l'unica consigliera di Italia Viva. Baffi ha ricevuto 45 voti della maggioranza in consiglio regionale e soltanto uno dall'opposizione: il suo (qui il nostro pezzo ilpost.it/2020/05/27/pat…)
Read 19 tweets
18 May
Quello che riportano i giornali è che sul DPCM aperture il governo è stato costretto dalle regioni ad ammorbidire tutte le linee guida rispetto a quanto consigliato da tecnici dell'ISS, dell'INAIL e del Comitato Tecnico scientifico
Questo avveniva sabato notte, quando le regioni hanno voluto riaprire le trattative. Quindi non c'erano linee guida chiare nei giorni precedenti per via del tira e molla tra tecnici e regioni, con queste ultime che l'hanno spuntata
È abbastanza pacifico immaginare che se qualcosa andrà storto con queste riaperture, la responsabilità non ricadrà su Bonaccini, Toti o Zaia, i governatori che più hanno spinto per le modifiche. Questo un po' per lo strabordare di Conte, ma non solo
Read 5 tweets
10 Apr
Quando parliamo di vertici europei, come l'eurogruppo di ieri, l'uso che facciamo del nome di una nazione o un popolo (la Germania, gli olandesi) per indicare la posizione di un governo, a volte addirittura di un singolo ministro, ci spinge incosapevolmente a fare un errore
Cioè ci spinge a pensare che quello in corso sia necessariamente uno scontro di popoli, quando questa in realtà è solo una delle possibili letture politiche di quello che sta succedendo, e come tutte è una lettura "faziosa", nel senso nobile del termine
Ad esempio, in Italia non sono pochi quelli che condividono la posizione degli "olandesi" e fino alla grande crisi l'idea che agli indisciplinati governi italiani andasse applicata la camicia di forza delle regole europee era un'idea maggioritaria, almeno tra le classi dirigenti
Read 6 tweets
8 Mar
1. Alcune delle bozze del decreto sulle nuove "zone rosse" sono state passate alla stampa dalla Lega e dai suoi presidenti di regione, una classica strategia per ottenere modifiche a una legge non gradita (qui trovate tutti i dettagli del decreto ilpost.it/2020/03/08/mis…)
2. A testimonianza di quanto le nostre società siano divenute vulnerabili, nonostante la fuga di notizie sia avvenuta a tarda sera, la reazione è stata immediata: in migliaia hanno abbandonato le nuove zone arancioni vanificando almeno in parte il tentativo di contenimento
3. Ma la fuga di notizie causata dallo scontro politico tra Lega e governo non sembra modificare molto la situazione: anche oggi infatti si può continuare a uscire dalla Lombardia e da altre 14 province bloccate: i treni circolano, gli aerei partono e le strade sono aperte
Read 11 tweets

Did Thread Reader help you today?

Support us! We are indie developers!


This site is made by just two indie developers on a laptop doing marketing, support and development! Read more about the story.

Become a Premium Member ($3/month or $30/year) and get exclusive features!

Become Premium

Too expensive? Make a small donation by buying us coffee ($5) or help with server cost ($10)

Donate via Paypal Become our Patreon

Thank you for your support!

Follow Us on Twitter!