Fabio Sabatini Profile picture
Professor of Economics and Chair of the European PhD in Socio-Economic and Statistical Studies at @SapienzaRoma | Fellow at @IZA_bonn and @SU_HSE
sandra_caccia Profile picture Czamba 👑🦠💩 Profile picture fire4wd Profile picture 🟣Pasquale Merella, FRM Profile picture giovanni dall'olio Profile picture 26 added to My Authors
20 Sep
#EconTwitter, this is to remind you that Sapienza University of Rome is looking for two Assistant Professors to join the Economics Department. Tenure as Associate Professor is granted after 3 years (conditional to National Scientific Qualification).

1/9
Positions are open to anyone with at least 3 years of experience after Ph.D. The deadline for applications is September 30, 2021.

The call for applications is at the Url: web.uniroma1.it/trasparenza/de… (pp. 43-45, sectors 13/A1 Economia Politica and 13/A2 Politica Economica)

2/9
Candidates not resident in Italy with at least 2 years of post-doc experience abroad are eligible to generous tax exemptions, with only 10% of income subject to income tax for 5 years (extendable to 8 or 13 years for parents, depending on the number of children).

3/9
Read 9 tweets
20 Nov 20
Per salvare lo shopping e il cenone di Natale non servono "deroghe ai commercianti" e "accordi con le regioni".

Sarebbe servito invece un sistema di contact tracing digitale...

1/ Image
... O almeno potenziare il tracciamento analogico (che è già saltato), l'assistenza sanitaria e sociale decentrata, le strutture di testing e separate dagli ospedali, i Covid hospitals per il trattamento in isolamento dei pazienti...

2/
... i trasporti pubblici per gli spostamenti in sicurezza di lavoratori e studenti, la raccolta di dati individuali (campionari e non) e la loro condivisione con la comunità scientifica nella sua interezza (non con piccole cricche di accademici amici)...

3/
Read 6 tweets
13 Nov 20
Caro Presidente Conte,

Mi rivolgo a lei perché ho saputo che, pur essendo un uomo di straordinaria importanza, è così sensibile da aver risposto personalmente alla missiva di un bimbo di cinque anni che le chiedeva un'autocertificazione speciale per Babbo Natale.

1/
Forse quindi risponderà anche a me.

Sarò sincero, l'autocertificazione non mi preoccupa molto. Ho solo cinque mesi e nessuno mi ha mai parlato di questo Babbo Natale. Né potrò scoprire di che si tratta, visto che sono annegato.

2/
Quei volontari erano quasi riusciti a salvarmi. Ma ero troppo provato dal naufragio e avrei avuto bisogno di cure che in mezzo al mare non ci sono. Purtroppo nessuno è venuto a prendermi per portarmi sulla terraferma.

3/
Read 19 tweets
13 Nov 20
Non solo stiamo ripetendo tutti gli errori di febbraio e il 2020 sembra ricominciato da capo. Non solo siamo ancora impreparati e abbiamo potenziato troppo poco la capacità di testing, il contact tracing, le terapie intensive, i trasporti pubblici e le strutture scolastiche...
1/
... i Covid-hospitals e l'assistenza decentrata sul territorio. Non solo non stiamo stati capaci di organizzare e rendere pubblici i dati della pandemia per consentire alla comunità scientifica di svolgere il suo ruolo...

2/
Non solo a nove mesi dall'inizio dell'emergenza ancora non abbiamo un piano se non chiudere cose a caso, fino a chiudere tutto e sperare che il vaccino arrivi il prima possibile...

3/
Read 6 tweets
3 Nov 20
In Francia, Germania e Regno Unito le scuole rimarranno aperte durante il lockdown.

Sono impazziti?

Forse no.

[Thread 👇]
I governi sanno (o dovrebbero sapere) che la chiusura delle scuole ha costi che gli studenti pagheranno nel corso intero della propria vita e inasprisce le disuguaglianze.

Obiezione: ancora non abbiamo evidenza sulle chiusure da Covid, le prime con la didattica a distanza.

1/
Risposta: le prime evidenze purtroppo non sono incoraggianti.

@pengzell, @ArunFrey e @MarkDVerhagen (University of Oxford) hanno stimato l'effetto della chiusura della scuola primaria durante il lockdown in Olanda: osf.io/ve4z7/

2/
Read 23 tweets
1 Nov 20
Contro il virus abbiamo bisogno di dati.

Non dati qualsiasi: servono "microdati".

Rappresentativi della popolazione.

[Thread della domenica e appello alle istituzioni 👇]
I dati diffusi nel bollettino delle 18 sono fuorvianti, a causa delle differenze regionali nelle regole del contact tracing e nella capacità di somministrazione dei tamponi, nei tempi di restituzione dei risultati e di trasmissione alle autorità sanitarie.

2/
I bollettini non contengono informazioni cruciali: dove e come è avvenuto il contagio? Chi sono i contagiati? Che lavoro fanno, che abitudini hanno, qual è il loro stato di salute?

3/
Read 36 tweets
30 Oct 20
Mi vergogno per De Luca, ma vorrei rassicurarlo. Fuori dalla sua bolla di qualunquismo e ignoranza, il mondo è migliore di come lo immagina ed è pieno di bimbi che trepidano per imparare a scrivere. Come ricercatore non ragiono mai per aneddoti ed esperienze personali, ma...

1/
... mia figlia è una di tali bimbi. Quindi posso stabilire con certezza e senza un'analisi ecometrica che l'affermazione di De Luca (sull'"unica bimba al mondo" che trepida per andare a scuola e imparare a scrivere) è falsa. Ce ne sono almeno due.

2/

Ora, pensate a quei bimbi piccoli che senza la scuola non hanno grandi speranze di alfabetizzazione e integrazione, per esempio perché vivono in famiglie in cui non si parla italiano, e che non possono fare DAD perché i genitori non ne hanno gli strumenti.

3/
Read 5 tweets
30 Oct 20
È chiaro che, se la comunità è già infetta la scuola diventa pericolosa. Chi frettolosamente addita la scuola come responsabile della seconda ondata però non ha capito che è la comunità a infettare la scuola, non viceversa.

1/3
E che la scuola potrebbe perfino essere un presidio contro il contagio, se i protocolli di protezione e distanziamento fossero rigidamente rispettati ovunque, se il sistema sanitario garantisse testing e tracing tempestivi e se i trasporti fossero adeguatamente potenziati.

2/3
Se le istituzioni si fossero preparate a tutto il possibile per preservare l'istruzione insomma. Lo hanno fatto?

3/3
Read 4 tweets
23 Oct 20
Il sistema scolastico pubblico di Washington D.C. ha pubblicato i dati sul rendimento scolastico durante la pandemia.

In un anno, l'alfabetismo dei bambini al primo anno di scuola primaria è sceso di 22 punti percentuali rispetto agli obiettivi prefissati.

Thread 👇

1/
Il dato si basa sui test somministrati online dagli insegnanti a ottobre (purtroppo non è possibile discernere l'effetto della didattica a distanza da quello della modalità di esame).

2/
washingtonpost.com/local/educatio…
Per gli studenti delle classi superiori (fino alla secondaria), il calo è di 9 punti (thanks @PerryStein).

3/

Read 11 tweets
22 Oct 20
Cosa sarà mai perdere qualche giorno, settimana o mese di scuola, di fronte all'enormità della pandemia? Nel dubbio, non è meglio chiudere?

Ogni chiusura ha un costo altissimo che gli studenti pagheranno nel corso intero della loro vita.

Thread 👇

1/
In generale, prima di chiudere le scuole bisognerebbe valutare ogni possibile intervento alternativo. Adesso che la situazione sembra già fuori controllo, è grave che non sia stato fatto tutto il possibile per salvare la scuola.

2/
In questi quattro mesi di "liberi tutti" si è scelto di salvare attività scarsamente controllabili e a basso valore aggiunto, che danno un contributo risibile allo sviluppo del paese, mettendoci nella condizione di discutere, nuovamente, di scuole chiuse.

3/
Read 25 tweets
20 Oct 20
Qualche giorno fa ho postato un thread per descrivere il lavoro di un team di ricercatori tedeschi che mostrano come, in Germania, la riapertura delle scuole abbia diminuito leggermente i contagi. Qualcuno ha giustamente obiettato: l'Italia non è la Germania.

[Thread 👇]
In effetti, la Germania ha mostrato di essere molto più efficiente in ogni aspetto della lotta al virus, dalla messa in sicurezza delle scuole alla riorganizzazione dei trasporti, dal tracciamento dei contatti dei casi rivelati al trattamento dei malati in isolamento.

2/
Salvatore Lattanzio (@salva_lat PhD candidate in Economics a Cambridge) è andato oltre e ha svolto sull'Italia un'analisi simile a quella tedesca, giungendo a conclusioni diverse: da noi le regioni che hanno riaperto prima le scuole sono più avanti nella curva dei contagi.

3/
Read 15 tweets
19 Oct 20
Hey #EconTwitter, free access to webinars worldwide is one of the few bright sides of the pandemic. I am glad to share a weekly newsletter I started for my Ph.D. students about the seminars being held on Zoom every week.

Thread 👇

1/
If you would like to be in the loop, drop me an email at fabio.sabatini@uniroma1.it. I plan to send one email per week, usually on Monday.

I will also share the announcements in a weekly (very long) thread on Tw and Fb.

2/
Monday, October 19

3.30 UTC (17.30 Rome): Augustine Denteh (Tulane), "The Effect of SNAP on Obesity in the Presence of Endogenous Misreporting".

Host: Virtual Seminar on the Economics of Risky Health Behaviors.

Zoom link: cornell.zoom.us/j/98504144973?… (ID: 985 0414 4973 Pw: VERB)
Read 51 tweets
16 Oct 20
Chiudere le scuole è utile a contrastare la diffusione della #COVID19, adesso che abbiamo imparato le misure essenziali per contenere il contagio?

Ancora non possiamo saperlo con certezza, ma le prime evidenze empiriche suggeriscono di NO.

[thread 👇]

1/
In un lavoro appena pubblicato nella collana dei discussion papers @iza_bonn, non ancora sottoposto a peer review, @IngoIsphording, Marc Lipfert e @NPestel83 hanno stimato l'effetto della riapertura delle scuole in Germania.

2/

newsroom.iza.org/en/archive/res…
Gli autori hanno approfittato del fatto che i lander iniziano l'anno scolastico in date diverse per stimare l'impatto della riapertura sulla diffusione della #COVID19, a parità di spostamenti misurati tramite la geolocalizzazione degli smartphone e i Google Mobility Data.

3/
Read 15 tweets
5 May 20
Dunque abbiamo ripreso a uscire.

È andato tutto bene?

No. Sono morte decine di migliaia di persone e ci siamo ancora dentro.

Andrà meglio?

Non lo sappiamo. Dipende.

Lo scenario peggiore è sempre preoccupante (si vedano le aree in rosso), ma possiamo evitarlo.

Thread 👇

1/
Il team di ricercatori sulle malattie infettive dell'Imperial College di Londra, @MRC_Outbreak, ha diffuso ieri le sue stime sull'evoluzione dell'epidemia in Italia dopo il rilassamento del #lockdown: bit.ly/3c8gcsM.

2/
Anzitutto, il lavoro stima la relazione tra la variazione della mobilità (indicatore dell'attuazione delle restrizioni, misurato mediante i Google Mobility Data: tiny.cc/vpmfoz) e quella del tasso di riproduzione dell'infezione (l'ormai famoso R).

3/
Read 20 tweets
4 May 20
Dopo aver sbagliato tutto quello che si poteva sbagliare.

Dopo essere diventata nel mondo un modello di come NON si deve affrontare la pandemia.

Dopo la morte di almeno 14mila persone, senza contare chi è morto in casa senza aver mai visto un medico.

1/ ImageImage
Dopo l'ostinato rifiuto a decretare le zone rosse nelle provincia di Bergamo.

Dopo i cortei funebri dei camion dell'esercito colmi di bare.

Dopo aver mandato allo sbaraglio il personale sanitario senza adeguate protezioni.

2/
Dopo aver ignorato ogni suggerimento di implementare una strategia di test, tracciamento e trattamento in isolamento.

3/
Read 9 tweets
3 May 20
"I parchi aperti sono una concessione che ci viene fatta dal presidente del consiglio. Ma dobbiamo meritarcela davvero" (la sindaca di Roma).

"Noi abbiamo fatto al meglio la nostra parte, da lunedì tocca davvero a voi" (il commissario straordinario per l'emergenza).

1/
Due perle di comunicazione nel giorno in cui il governo ci stordisce con la storia dei "congiunti". Molti l'hanno vista come un segno di autoritarismo: lo Stato etico che stabilisce *chi* è davvero importante per noi, anziché spiegarci *come* dobbiamo incontrare chi ci pare.

2/
Ma è (anche) l'ennesimo segno di una comunicazione istituzionale sistematicamente orientata a scaricare la responsabilità della crisi lontano dal governo.

Non sappiamo che pesci pigliare, perciò vedetevela voi.

3/
Read 17 tweets
28 Apr 20
C'è bisogno di un piano. Per la scuola, la sanità decentrata, il contact tracing, i test a campione? No, per le messe. Mentre il Papa esorta i fedeli alla prudenza e alla pazienza, i ministri di un governo inadeguato dalla testa ai piedi invocano decisioni pericolose.

1/
Siamo in grado di garantire il distanziamento sociale in chiesa? Appena fuori dalla chiesa, le persone avranno l'accortezza di rispettare ancora le distanze?

2/
Naturalmente la stessa preoccupazione vale anche per la scuola, ma: 1) Le chiese sono frequentate dai più vulnerabili. 2) Le scuole riguardano un'attività *indispensabile* non solo per il benessere di una generazione ma anche per il presente e il futuro dell'intero paese.

3/
Read 4 tweets
27 Apr 20
Non sappiamo come fare.

Nessun progetto per la scuola, la sanità e l'assistenza. Niente contact tracing digitale, né altri metodi per interrompere rapidamente le catene di contagio.

Nessun programma di testing coordinato tra le regioni, a campione o a tappeto o chissà.

1/8
Niente covid-hospitals dove isolare i pazienti, e zero programmi di assistenza sanitaria e sociale sul territorio.

Nessun sostegno ai genitori che devono tornare al lavoro e ai bambini che non si saprà più dove parcheggiare.

2/8
Non siamo in condizioni migliori di quelle che ci hanno fatto chiudere, ma non possiamo stare ancora chiusi.

3/8
Read 12 tweets
26 Apr 20
L'International Journal of Recent Scientific Research su cui pubblica Giulio Tarro è una rivista predatoria che millanta un alto impact factor.

Ma è una truffa: la rivista NON ha impact factor.

Il suo editor è uno sconosciuto docente di uno sconosciuto ateneo dei Caraibi.

1/ ImageImage
Leggete l'ultimo articolo "scientifico" di Tarro sul Covid-19: due paginette di pensierini privi di qualsiasi valore analitico, la cui parte più impegnativa è una menzione per le statistiche diffuse dall'ISS.

Neanche un blog.

2/

recentscientific.com/sites/default/… ImageImage
Il board della "rivista" si riserva di stabilire volta per volta, privatamente, l'Article Publication Charge (APC). È un modo per nascondere la natura predatoria della "rivista". Mettere in bella evidenza il prezzo per la pubblicazione darebbe nell'occhio.

3/ Image
Read 7 tweets
25 Apr 20
Vedo che molti sui social usano il bollettino ISS di ieri per sostenere che abbiamo fermato l'economia per nulla, perché non è sul lavoro che avviene il contagio.

Tuttavia le statistiche ISS suggeriscono* l'esatto contrario.

Thread 👇

1/
(*suggeriscono, non "dimostrano". Tra le due parole c'è un abisso).

L'equivoco nasce da una tabella che mostra la distribuzione dei contagi per luogo di contagio su di un campione piccolo e non rappresentativo di infetti: bit.ly/3eR1tUO.

2/
Solo il 4,4% di loro sembra aver contratto l'infezione sul luogo di lavoro. Da cui l'interpretazione che non sia sul luogo di lavoro che avviene il contagio.

Avremmo potuto evitare di chiudere tutto quindi.

3/
Read 18 tweets
23 Apr 20
Dunque il piano è: riapriamo tutto senza avere un piano, non perché le condizioni epidemiologiche per la riapertura siano finalmente soddisfatte ma perché non possiamo permetterci di restare chiusi (che pure è vero).

[Thread: dal piano "aspetta e spera" al piano "senza" 👇]

1/
Finché il contagio riprenderà inevitabilmente a crescere, le terapie intensive a intasarsi e la gente a morire.

2/
Perché in due mesi di emergenza il governo e molte regioni non sono stati capaci di fare altro che aspettare e sperare, mentre la conta dei morti superava i venticinquemila.

Abbiamo sprecato il tempo, e ora siamo pronti a metà. Anche meno.

3/
Read 15 tweets